sabato 4 dicembre 2010

Recensione: the UnderGarden

Signore e signori, vi presento la mia prima recensione fatta per CoPlaNet.it, the UnderGarden! Personalmente lo reputo uno dei migliori Arcade per Xbox tra quelli che ho provato finora.

Avreste mai pensato che impollinare fiori potesse essere divertente? Ebbene, con The UnderGarden accade ciò. Un piccolo mondo di fiori fantastici che sbocciano a passaggio del vostro personaggio: un’esplosione di colori contornati da un’atmosfera fantastica che pochi arcade sanno rendere come questo gioco, firmato Vitamin G.

Un tenero personaggio color blu sarà il protagonista di the UnderGarden, un gioco che potremmo definire “muto”, poiché privo di dialoghi. Per chi ha avuto modo di giocare a Limbo, e l’ha gradito, apprezzerà anche questo gioco, che riprende la tipologia dei platform a scorrimento ricchi di enigmi, seppur avrete la possibilità di sbloccare fino a 15 schemi diversi, che potrete riaffrontare per completarli al 100%. Lo scopo del gioco è far sbocciare i fiori di ogni schema, risolvere gli enigmi per recuperare cristalli e piante rare, e recuperare tutti i musicisti, piccole creature che contribuiscono a creare la musica in sottofondo del gioco.

Questo era solo un estratto della recensione, che potrete trovare intera a questo indirizzo. Ringrazio tantissimo i ragazzi di CoPlaNet che mi hanno dato l'opportunità di recensire per loro :)

1 commento:

  1. Che dire: ho letto la tua recensione e devo dire che rispecchia perfettamente come il gioco è. Certo non è il genere che prediligo per cui, provata la demo, ho preferito non comprarlo, ma il gioco è molto originale, rilassante e capace di catturare l'attenzione con tutti quei colori.
    E brava sab per la rece davvero di ottima fattura! :)

    N.B. Hai provato la demo di "Faery legends of Avalon"?... che ne pensi?

    RispondiElimina